Confronta gli annunci

Il settore immobiliare, con quello delle costruzioni, conferma il suo ruolo di rilievo nelle economie dei principali Paesi europei, con un peso tra il 18 e il 19% e una media europea del 18,5 per cento.

Un quinto del Pil dei principali paesi europei arriva dal settore immobiliare, che si sta vistosamente modificando: il mondo delle costruzioni perde terreno, pur continuando ad avere un forte impatto occupazionale, mentre crescono vistosamente quello dei servizi, che registra un fatturato di 400 miliardi. Sono alcuni dei dati diffusi dal quarto rapporto di Scenari Immobiliari “I servizi immobiliari in Italia e in Europa” presentato recentemente a Milano

Servizi immobiliari per creare valore
Con “servizi immobiliari” sono tutti quei servizi che vanno oltre la semplice compravendita di immobili, e creano valore sia per l’immobile sia per l’investitore, proprietario o inquilino: gestione della manutenzione, della riqualificazione, della riconversione del complesso immobiliare ad altro uso, supporto nella mediazione dei rapporto con i soggetti coinvolti nella compravendita o negli affitti.
Il fatturato dei servizi immobiliari nei cinque principali Paesi europei è di 400 miliardi di euro. Regno Unito e Germania sono i due mercati più importanti.
Nei cinque Paesi (Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Spagna) ci sono oltre 945mila imprese che si dedicano specificamente ai servizi immobiliari, per un totale di 1,76 milioni di addetti diretti ai quali si sommano quelli indiretti, con un indotto di oltre 730mila unità.

Italia
Con una crescita del 5,6%, l’Italia è il Paese europeo dove il peso di attività immobiliari, costruzioni e sviluppo immobiliare sul Pil nazionale è aumentato maggiormente tra il 2013 e il 2017. La quota del comparto “servizi + costruzioni” ha raggiunto il 19 % nel 2017, contro una media europea del 18,4 %.
Il sistema dei servizi (dalla gestione, alla consulenza fino all’intermediazione) con un mercato che sfiora i 40 miliardi di euro , è ancora un terzo rispetto a quello degli altri Paesi europei, ma la crescita negli ultimi anni è stata più alta della media europea registrando un +4,5%.

Fonte: Casa24-Il Sole24Ore,  Un quinto del Pil europeo arriva dagli immobili. Costruzioni in discesa, servizi in salita con 400 miliardi di fatturato

Post correlati

Il Covid-19 fa esplodere lo smart working. Come cambierà il concetto di casa?

Per far fronte all’emergenza Coronavirus e non interrompere le attività aziendali il Governo ha...

Continua a leggere

I Lego: il gioco del secolo in mostra a Roma

Se amate i Lego, non potete perdervi I Love Lego, una mostra completamente dedicata ai mattoncini...

Continua a leggere

La casa del futuro è bio

Per salvare l'ambiente, abitare in modo sicuro, salubre e sostenibile si deve partire...

Continua a leggere